La migliore libreria online gratuita

Diario di Mattia Savonitti dal fronte russo (1942-43)

FORMAT: PDF EPUB MOBI
DATA DI RILASCIO: 17/01/2020
DIMENSIONI PER FILE: 4,79
ISBN: 9788831654173
LINGUAGGIO: italiano
AUTORE: G. Cossio
PREZZO: GRATIS

Divertiti a leggere Diario di Mattia Savonitti dal fronte russo (1942-43) G. Cossio libri epub gratis

Descrizione:

Mattia Savonitti (1910-1968) caporal Maggiore del 134° Autoreparto Autoambulanze dell'Armir, annota in semplici pagine di diario l'infausta rovinosa avventura della spedizione militare italiana in Russia tra il '42 e il '43. Una ulteriore testimonianza di quei giorni iniziati nella gloria e finiti miseramente nel fango, nella neve e nel gelo. Uno dei tanti, gettati nel crogiuolo della storia, una voce comune, ma autentica senza enfasi.

...ist, Tommy Ton di Jack & Jil, Bryan Boy di bryanboy ... Diario di Anna Frank - Venerdì, 2 aprile 1943 - Il diario ... ... .com e gli altri fashion blogger più influenti trasmettono sistematicamente alla cronaca mondana tutti i ... Napoli. Napul'è mille culure. Napul'è mille paure (Pino Daniele) Tra autocritica e autoincanto. di Raffaele La Capria. 5 aprile. Va in scena al Teatro Mercadante, alla presenza del presidente della Repubblica, Ubu sotto tiro, uno spettacolo diretto da Marco Martinelli e recitato da ragazzi di Scampia, il sobborgo di Napoli più violento e problematico. . Anche questa è un'occasione ... Da Il diario d ... Biografia E Autobiografia - Biografia E Autobiografia Storica ... . . Anche questa è un'occasione ... Da Il diario di Anna Frank Martedì, 7 marzo 1944. Cara Kitty, la mia vita del 1942, se ci ripenso, mi sembra ora completamente irreale. L'Anna che trascorreva quella beata esistenza era ben diversa dall'Anna divenuta saggia qua dentro. Diario. L'alloggio segreto, 12 giugno 1942 - I° agosto 1944. Diario di Anna Frank Venerdì, 2 aprile 1943. Cara Kitty, ahimè, debbo segnare un'altra cosa terribile nel registro dei miei peccati. Ieri sera ero a letto aspettando che il babbo venisse a dire le preghiere con me e poi a darmi la buona notte, quando la mamma entrò in camera, si mise a sedere sul letto e mi domandò con molta semplicità: «Anna, il babbo non viene ancora, vuoi che preghi ......