La migliore libreria online gratuita

La fatalità della guerra e la volontà di vincerla. Classe dirigente liberale, istituzioni e opinione pubblica

FORMAT: PDF EPUB MOBI
DATA DI RILASCIO: 13/11/2019
DIMENSIONI PER FILE: 9,34
ISBN: 9788849859058
LINGUAGGIO: italiano
AUTORE: R. Pace
PREZZO: GRATIS

Il miglior La fatalità della guerra e la volontà di vincerla. Classe dirigente liberale, istituzioni e opinione pubblica pdf che troverai qui

Descrizione:

La Grande Guerra fu una questione di vita o di morte per la classe politica liberale. Sia al momento dell'ingresso dell'Italia nel conflitto, sia dopo Caporetto il 'mondo liberale' si divise, ma la spaccatura tra giolittismo e antigiolittismo non è sovrapponibile a quella tra neutralismo e interventismo: quest'ultimo rappresentò un nuovo cleavage che passò non solo all'interno della classe politica, ma nell'intera società italiana. La guerra, inoltre, portò per la prima volta a una nazionalizzazione delle masse, contribuì a innescare un processo di 'emancipazione' delle donne, un grande take over industriale e un significativo progresso tecnologico e realizzò quell'unità territoriale che era un'aspirazione dei padri fondatori del Risorgimento. Furono risultati che ebbero tuttavia un prezzo molto alto. Le fratture dell'unità nazionale, che già durante la guerra si erano manifestate, deflagrarono subito dopo, prendendo forma sociale, politica ed istituzionale. E mutati erano anche i rapporti di forza internazionali. Solo alcuni settori minoritari della classe dirigente liberale avevano presagito questi esiti, ma una consapevolezza dei problemi da affrontare non era maturata. Cosicché, attraverso un complesso processo storico, già avviato dalle vicende della guerra, che sono oggetto delle pagine di questo libro, invece del passaggio dallo Stato liberale alla democrazia liberale, si ebbe l'avvento del fascismo.

...ze: 055 2759505: giustina.manica(AT)unifi ... La fatalità della guerra e la volontà di vincerla. Classe ... ... .it Libri di Storia. Acquista Libri di Storia su Libreria Universitaria: oltre 8 milioni di libri a catalogo. Scopri Sconti e Spedizione con Corriere Gratuita! - Pagina 633 Nicolosi, P.G. (2019). Orlando ministro dell'Interno del governo Boselli. In R. Pace (a cura di), La fatalità della guerra e la volontà di vincerla: Classe dirigente liberale, istituzioni e opinione pubblica (pp. 61-70). Noté /5: Achetez La fatalità ... (Libro) La fatalità della guerra e la volontà di vincerla ... . 61-70). Noté /5: Achetez La fatalità della guerra e la volontà di vincerla. Classe dirigente liberale, istituzioni e opinione pubblica de Pace, R.: ISBN: 9788849859058 sur amazon.fr, des millions de livres livrés chez vous en 1 jour LA GUERRA E LA VOLONTÀ COLLETTIVA DEGLI STATI: RIFLESSIONI SULLA PROLUSIONE DI DIONISIO ANZILOTTI IL CONCETTO MODERNO DELLO STATO E IL DIRITTO INTERNAZIONALE PER GLI ANNI ACCADEMICI 1914-1915, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA "LA SAPIENZA". di Sergio Marchisio* el bel ricordo dedicato al Maestro dal titolo Rencontres avec Anzilotti, del 1992, Il 25 maggio, nell'ambito delle celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra, si è tenuta, presso la Sala del Refettorio della Biblioteca della Camera dei deputati, una giornata di studi sul tema "La fatalità della guerra e la volontà di vincerla. Classe dirigente liberale, istituzioni e opinione pubblica", organizzata dalla ... La guerra, infatti, è la "prosecuzione della politica con altri mezzi" e rappresenta la volontà di potenza dei popoli, lo scontro, l'ascesa ed il declino delle civiltà e gli interessi dei rispettivi Stati (i marxisti direbbero: dei gruppi economici). Le necessità geopolitiche, i contrasti ideologici, gli interessi economici che portano La crisi delle classi dirigenti e la destabilizzazione delle istituzioni liberali. La difficoltà delle classi dirigenti liberali a guidare questo momento di intensa trasformazione dell'economia, della politica e della società, era all'origine della crisi e della trasformazione istituzionale che coinvolse tutti e tre i paesi negli anni Venti. II 'suicidio' della classe dirigente liberale La legge Acerbo 1923-1924 di Giovanni Sabbatucci Fra le leggi elettorali italiane, la legge Acer­ bo è una di quelle che hanno avuto vita più breve: è rimasta infatti in vigore per una so­ la consultazione politica, quella dell'aprile 1924, ed è stata accantonata già alPinizio del...